▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

può un codardo guidare l'Italia

Mediaset (diritti tv ): udienza, Berlusconi contumace

In diritto, la contumacia è propriamente la condizione di chi, pur avendo l'onere di costituirsi dinanzi al Foro che esamina un procedimento che lo riguarda, omette di farlo.

Tipicamente riferita al processo civile ed al processo penale, la contumacia non arresta il decorso del procedimento, che giunge comunque alla sentenza.

link

codardo: persona estremamente paurosa che non affronta ciò che lo spaventa.

etimilogia: originariamente era riferito al comportamento dei soldati paurosi che rimanevano in coda alla fila o nelle retrovie

sinonimi: fifone

contrari: ardimentoso, coraggioso, temerario

termini correlati: vigliacco

link

continua ...

i leader europei devono scaricare berlusconi amico di criminali di guerra come gheddafi

Perorazione in favore di uno scontro tra i leader europei e Berlusconi [De Morgen]

Il caporedattore Esteri Koen Vidal ritiene inaccettabile che il premier italiano sostenga il regime di Gheddafi. Se i leader europei vogliono conservare un minimo di credibilità sulla Libia, non possono più rinviare lo scontro con Silvio Berlusconi. La situazione in cui uno Stato Membro continua a sostenere un criminale di guerra come Gheddafi, minaccia di intaccare l’essenza stessa del progetto europeo.

Quanto segue è una perorazione in favore di una profonda crisi europea. All’inizio di questa settimana, i Ministri degli Esteri europei si sono riuniti per discutere della rivolta in Libia. Dopo la riunione, Catherine Ashton, Alto Rappresentante per gli Affari Esteri, ha rilasciato un comunicato, per condannare la spaventosa violenza in Libia e ha usato parole che è normale pronunciare riguardo ad una crisi del genere, ma senza aggiungere altro. La Ashton ha condannato “la repressione contro i manifestanti in Libia e ha deplorato la violenza e i morti tra la popolazione civile”. Nonostante la Ashton abbia poi aggiunto che l’Europa deve essere giudicata “per la sua capacità di proporre azioni concrete”, non sono state annunciate né sanzioni né altri provvedimenti effettivi.

Ogni volta che Ashton reagisce a una grave crisi di carattere globale con una dichiarazione senza consistenza, si capisce che c’è qualcosa che non quadra. Di solito significa che uno degli Stati Membri ha imposto una frenata, motivata da qualche interesse superiore. Nel caso della Libia, è apparso subito chiaro che è stata principalmente l’Italia a non voler ricorrere alle maniere forti per fermare Gheddafi. Il Ministro degli Esteri italiano, Franco Frattini, ha addirittura dato l’impressione di voler proteggere il Grande Capo. Secondo Frattini, l’implosione del regime libico potrebbe condurre addirittura ad una radicale islamizzazione e al sicuro ‘esodo biblico’ di 300.000 profughi. Tradotto liberamente: senza Gheddafi ci sarà il caos. Frattini ha poi aggiunto che l’Europa ha l’arrogante abitudine di voler esportare il suo ‘sistema democratico’ nel resto del mondo.

Le ragioni della simpatia italiana per Gheddafi sono note. La compagnia petrolifera Eni estrae in Libia quasi 250.000 barili al giorno ed è, insieme alla compagnia petrolifera di stato libica, azionista di maggioranza del gasdotto Greenstream, che trasporta il gas in Italia. Di per sé, questi vasti interessi naturalmente rendono comprensibile qualche esitazione. Ma gli interessi legati al petrolio non sono assoluti, e devono essere valutati insieme ad altri aspetti, come gli interessi della popolazione e i diritti umani... continua

continua ...

voglio fregarmene della decenza

continua ...

berlusconi è solo un telecomando, buttalo via


prova !

continua ...

desi l'ossessione dell'ideologia


continua ...

aria

continua ...

I Tali Ani

non potete comprare tutto e tutti
L'talia nel suo inconscio si ribella
e s'offre

continua ...

l'Italia non tiene il passo


Economia globale in crescita 
l'Italia non tiene il passo
La Repubblica
Il Centro studi di Confindustria rivela come la ripresa post crisi sia globale ma non uniforme. Migliora il Pil italiano, ma ristagnano i mercati interni. Bene invece le esportazioni. Napolitano sulla Bce: "Draghi uomo di qualità, discussione sia ...

continua ...

sempre più in basso, solo così i vermi ti possono guardare negli occhi


Quando la corruzione si fa sistema, la legalità diventa pericolosa e quindi da combattere. Viva berlusconi , i corrotti , i mafiosi , le puttane , i criminali e tutti quelli che si adoperano per quel meraviglioso mondo che è il berlusconismo ( inclusi quei piccoli politicanti che si fanno chiamare opposizione !)

Allarme corruzione “Nell'ultimo anno aumentata del 30%”
City

La corte dei Conti: ''No al ddl intercettazioni''
Il Salvagente

Corte Conti: "In Italia la corruzione patologica in PA"
Corrispondenti.ne


L'allarme della Corte dei conti: nel 2010 la corruzione è ...
Il Sole 24 Ore

CORTE CONTI: MALAFFARE SANITA', 60 MLN CONDANNE 2010
Agenzia di Stampa Asca

La Corte dei Conti respinge il decreto sulle intercettazioni
Edizioni Oggi

CORTE DEI CONTI: CORRUZIONE PATOLOGICA, INTERCETTAZIONI IMPORTANTI
La7

Corte Conti/ Nella sanita' malaffare e cattiva gestione
Libero News

Corte dei Conti: Italia assuefatta alla corruzione ...
Il Fatto Quotidiano

Sanità nel mirino della Corte dei Conti
RaiNews24

CORTE CONTI: ''CON IL FEDERALISMO SI RISCHIANO PIU' TASSE E ...
Agenzia di Stampa Asca

Federalismo: C.Conti, puo' produrre squilibri fiscali
Borsa Italiana

CORTE CONTI: CORRUZIONE È PATOLOGIA, DATI SCIOCCANTI
Leggo Online

CORTE CONTI: CORRUZIONE E FRODE PATOLOGIE CHE AFFLIGGONO P. A.
AGI - Agenzia Giornalistica Italia

Corte Conti/ Federalismo,rischi squilibri e aumento corruzione. Da ...
DailyBlog.it (Blog)

Intercettazioni, Corte conti: essenziali contro corruzione
Reuters Italia

"Troppo malaffare nella sanità" L'accusa arriva dalla Corte dei Conti
TGCOM

Ddl intercettazioni, no da Corte dei Conti: strumento importante ...
Adnkronos/IGN

Corte Conti boccia ddl intercettazioni: Non combatte corruzione
TM News

Corte conti: corruzione è patologia, nessun ottimismo
ANSA.it

CORTE CONTI: PROCESSO BREVE NON SIA OSTACOLO A LOTTA CORRUZIONE
Agenzia di Stampa Asca

Ddl intercettazioni, il no della Corte …
La Repubblica

Pa: Corte conti, afflitta da patologie corruzione e frodi
Adnkronos/IGN

ultime

continua ...

un sogno

continua ...

ecco perchè non posso leggerti

http://www.savonaeponente.com/

continua ...

l'io e il d'io

continua ...

povero silvio

un uomo che si deve comprare emozioni.

continua ...

l'incapace e Montesquieu

Premier: giudici contropotere politico.


"... Cosí non c'è piú libertà se il potere di giudicare non è separato dal potere legislativo e dall'esecutivo. Infatti se fosse unito al potere legislativo, ci sarebbe una potestà arbitraria sulla vita e la libertà dei cittadini, in quanto il giudice sarebbe legislatore. Se poi fosse unito al potere esecutivo, il giudice potrebbe avere la forza d'un oppressore..." "Lo Spirito delle Leggi"


Deve esserlo ignorante!!! ....... o pauroso!

continua ...

un concussore,corruttore,efebofilo,incapace e mafioso utile agli usa: prendetevelo!


ultime

continua ...

Bisogna togliere il tappo


Montezemolo, togliere tappo a paese

(ANSA) - MILANO, 15 FEB - 'Bisogna togliere il tappo a un Paese che e' immobilizzato e ognuno deve fare la propria parte e gli imprenditori lo stanno facendo'. Lo afferma il presidente di Ferrari Cordero di Montezemolo. ...

continua ...

processatelo!

Berlusconi a giudizio per entrambi i reati
Il Gip: "Sussiste evidenza della prova"

Inizierà il 6 aprile prossimo alle 9.30 davanti ai giudici della quarta sezione penale di Milano il processo a carico di Silvio Berlusconi, accusato di concussione e prostituzione minorile della giovane Ruby. Lo ha deciso il gip di Milano.. continua su repubblica.it

Art.: 317 - Concussione
Il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, che, abusando della sua qualita' o dei suoi poteri, costringe o induce taluno a dare o a promettere indebitamente, a lui o ad un terzo, denaro od altra utilita', e' punito con la reclusione da quattro a dodici anni (1). (1) Articolo cosi' sostituito dalla L. 26 aprile 1990, n. 86. link

Art.: 600-bis - Prostituzione Minorile(1)
Chiunque induce alla prostituzione una persona di età inferiore agli anni diciotto ovvero ne favorisce o sfrutta la prostituzione è punito con la reclusione da sei a dodici anni e con la multa da €15.493 a €154.937. Salvo il fatto costituisca più grave reato, chiunque compie atti sessuali con un minore di età compresa tra i quattordici e i diciotto anni, in cambio di denaro o di altra utilità economica, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa non inferiore a € 5.164.(2) Nel caso in cui il fatto al secondo comma sia commesso nei confronti di persona che non abbia compiuto gli anni sedici, si applica la pena della reclusione da due a cinque anni.(2) Se l’autore del fatto di cui al secondo comma è persona minore di anni diciotto si applica la pena della reclusione o della multa, ridotta da un terzo a due terzi.(2) (1)Art.inserito ex l. 3/8/1998 n.269;(2)Comma secondo così sostituito ex l. 6/2/2006 n.38 link

La Costituzione
Principi fondamentali

Articolo 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale [cfr. XIV] e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso [cfr. artt. 29 c. 2, 37 c. 1, 48 c. 1, 51 c. 1], di razza, di lingua [cfr. art. 6], di religione [cfr. artt. 8, 19], di opinioni politiche [cfr. art. 22], di condizioni personali e sociali.
E` compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

continua ...

in un giorno delle donne i glandi della stolia

continua ...

"Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione"

IL GIUDICE NATURALE

I cittadini accusati di prostituzione minorile e concussione li processa il Tribunale ordinario competente per territorio. Ma il Premier esige di esser giudicato dal Tribunale dei Ministri

L'art. 25 della nostra costituzione prevede che "nessuno può essere distolto dal Giudice naturale precostituito per legge". È sin troppo evidente che, i nostri padri costituenti - specie in relazione al periodo postfascista nel quale ponevano mano alla costituzione - con l'espressione "nessuno" abbiano inteso far ririmento a tutti i cittadini, Premier incluso. Si tratta di un principio fondamentale che rappresenta, ad un tempo, garanzia del cittadino nei confronti del potere ... continua

continua ...

Mubarak si è dimesso, il protettore di sua nipote no!


il cavaliere marcescente ancora no
non sa di essere un cavilliere fallente come la sua religione
fotti, mafia e prega!

continua ...

ho portato al governo tutti


Ci sono nel mondo più fessi che mascalzoni, altrimenti i mascalzoni non potrebbero esistere. (Edward Bulwer-Lytton)

Un fesso non sa niente ma ritiene di sapere tutto. Un buon inizio per una carriera politica. (George Bernard Shaw)

continua ...

schifo farai tu!

Berlusconi sul caso Ruby: "E' uno schifo, pm eversivi"

Nuovo sfogo del premier: "E' uno schifo, pm eversivi". VIDEO Prudenza, prudenza e dati concreti: la linea suggerita dalle "colombe" vicine al premier ...
SKY.it - 33 articoli correlati

continua ...

le miserie della loro condizione di servi

Il Nano Fratello Vi ricordate i Due Minuti d’Odio? Nel romanzo 1984 (un tempo fantascienza, ora già quasi storia) erano le manifestazioni collettive organizzate quotidianamente dal governo del Grande Fratello. Orwell ne fa una descrizione fenomenale: Una estasi mista di paura e di istinti vendicativi, un folle desiderio di uccidere, di torturare, di rompere facce a colpi di martello percorreva l’intero gruppo degli astanti. I Due Minuti d’Odio servivano a deflettere la rabbia dei prolet per le condizioni miserevoli in cui versavano, dai governanti (che ne erano responsabili) verso un nemico esterno (che cambiava a seconda delle circostanze, delle alleanze e della propaganda). Il capro espiatorio di tutte le nefandezze era ... continua

continua ...

internet o telecomando: il partito del brodo

Riccardo Luna di Riccardo Luna

Altro che Tea Party, qui bisogna iscriversi al Brodo Party

Che il mondo di Internet in Italia debba comprare una pagina su un quotidiano per mandare un messaggio può apparire come una nemesi. Il segno del limite che la Rete ancora incontra per farsi ascoltare, per essere considerata...
link mag.wired.it/blog

continua ...

aveva sacrificato tutto, tranne il tempo libero


Prelevo dal blog di Rosellina970 questa bellissima lettera ripresa dal numero di ottobre di Nuova Resistenza.

Se questo è un uomo…no è solo un padrone!!!

Da Nuova Resistenza, numero 8 di ottobre 2010
Ero tornato da poche ore, l’ho visto, per la prima volta, era alto, bello, forte e odo-rava di olio e lamiera. Per anni l’ho visto alzarsi alle quattro del mattino, salire sulla sua bicicletta e scomparire nella nebbia di Torino, segui

 

continua ...

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina