▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

dedicato a ida ed alle sue amiche

quando in un gruppo di belle persone una se ne va per esaurimento di vita accettabile rimane un grande vuoto,

che si può riempire solo con ciò che la persona che se ne và abbia finalmente finito di soffrire e le persone che rimangono se ne facciano una ragione e rinuncino a quell'egoismo che le feceva soffrire meno solo perchè pagava tutto lei, la predestinata al dolore.
Oggi è finita, la predestinata ha finito di soffrire e le amiche se sono tali si fanno carico di quel dolore perchè lei ida adesso possa compiere finalmente il senso della propria vita, morire.
ciao ida adesso è finita, ai tuoi figli ci pensiamo noi o quelli come noi, ciao amore.

Rino Gaetano - Aida




continua ...

imbelli incollati alla poltrona che per conservarla si vendono anche il cubo

GROTTESCA OPPOSIZIONE DI BERSANI AL JOBS ACT
Viviana Vivarelli
Ma Bersani solo ora scopre che la riforma del lavoro di Renzi toglie ogni diritto ai lavoratori e li porta indietro di 50 anni??? Ma a chi lo vuole raccontare ??
Quante ridicole balle!
La minoranza bersaniana conta ben 140 parlamentari contro 445 del totale Pd.
Se Bersani fosse una persona seria, con un tale numero di parlamentari, potrebbe quasi in ogni momento bloccare le infami riforme di Renzi semplicemente uscendo dall’aula e facendo mancare il numero legale assieme a Sel e M5S a cui si aggiungerebbero molti di FI, e questo farebbe immediatamente cadere Renzi, ma basterebbe anche una minaccia seria in tal senso per farlo recedere dagli orrori che si propone.
Perché Bersani questo non l’ha mai fatto? Perché non lo ha nemmeno minacciato?
E di quale difesa dei lavoratori parla dopo aver votato senza se e senza ma la terrificante riforma della Fornero???
E’ lecito a un dittatore quale Renzi, mai eletto da nessuno ma nominato da Napolitano, e che non ha nemmeno la maggioranza in Senato (unico motivo per cui lo vuole storpiare) ignorare ben 140 dissidenti interni e comandare come un arrogante despota senza dialogo né confronto?
I casi sono due:
-o questi 140 sono degli imbelli incollati alla poltrona e che per conservarla si vendono anche il cubo
-o questi 140 fingono soltanto un dissenso in realtà inesistente in una manfrina che vuole solo provare una finta resistenza democratica in realtà inesistente ma continua a votare per mantenere la poltrona.
Che ipocrisia!
Ma Bersani non era quello che votò per il pareggio di bilancio in Costituzione che avrebbe vietato di spendere persino per una alluvione e non parliamo di investimenti?
Bersani non era quello che votò ‘senza se e senza ma’ le infami leggi Fornero?
Non era quello che quando si poteva uscire dall’aula e far mancare il numero legale a Renzi sul Jobs Act, preferì restare in aula col didietro attaccato alla poltrona?
E allora di che balle ciancia costui?
Forse ha capito che Renzi sta per rottamare anche lui e allora fa queste sceneggiate indecenti che nemmeno un pappagallo di regime potrebbe prendere in considerazione? Basta con queste sceneggiate false e menzognere!
Quando è stato votato il Jobs Act solo 29 piddini hanno lasciato l’aula, alla Camera solo 40 piddini hanno votato contro. Alla Camera il Jobs Act passò con 316 sì, 6 no e 5 astensioni. Al Senato il Jobs Act passò con 166 voti favorevoli, 112 contrari e un astenuto. Ma la minoranza bersaniana conta 140 parlamentari!!! Cosa hanno votato gli altri bersaniani? Cosa facevano? Si calavano le brache?
E ora vengono a piagnucolare??? Ma chi chi vogliono far fessi???
Questi pagliacci sono irricevibili. Si pugnalano da soli.
Sul Jobs Act la loro resa è stata vergognosa. Se i 140 bersaniani sul Jobs Act fossero usciti dall’aula Renzi si sarebbe frenato di colpo e col cavolo che avrebbe fatto quelle porcherie che ha fatto, invece uscirono dall’aula solo 5 o 6 civatiani.
Bersani disse: “Se usciamo, casca il governo e ne va del bene del Paese (??), non possiamo affrontare una crisi al buio”. La crisi evidentemente non era abolire lo statuto del lavoro o scempiare la Costituzione o riproporre un sistema elettorale antidemocratico con gli stessi affronti incostituzionali del porcellum o proporre addirittura la depenalizzazione della frode fiscale, la crisi è solo quella dei bersaniani e la loro paura di perdere la poltrona, perché in nuove elezioni Renzi potrebbe non metterli nemmeno in lista, candidando solo altri yes man.
Citiamo le parole di Cuperlo: “La fiducia non è in discussione (ma va?!). Ma non si profila mica una delega in bianco. Alla Camera ci sarà una discussione per migliorare il testo”. E infatti si è visto quanto Renzi sia capace di ‘discutere’. Renzi conosce solo un modo: il diktat dittatoriale.
E Bersani fa scivolare la minaccia in avanti: “Se passa il Jobs Act non voteremo l’Italicum” Ma a chi lo vuol far credere? Fa ridere anche i polli. Ormai ha perso ogni credibilità.
.
Renzi fa passare la legge sulla responsabilità civile dei magistrati che metterà bavagli e legacci alla loro libertà di giudizio e moltiplicherà le cause giudiziarie in un diritto già abbastanza ingorgato.

#nonpossonovotare - Il Terzo Segreto di Satira



continua ...

chi vuole avvelenare il pianeta? ... e perchè?

praticamente ogni giorno da qualche mese ho cominciato a guardare il cielo in maniera più curiosa e persistente.

visto che un mio compito è andare dalle mie cocche (galline) per farle uscire all'alba e farle rientrare al tramonto nel loro nido per proteggerle da intemperie, faine , volpi e cani allo sbaraglio, ho notato in quel cielo che anni fa era normale, aerei che lasciano scie che diventano nubi.
Certo alcuni anni fa lessi delle famose scie chimiche ma essendo uno che non crede se non vede pensai a degli esaltati complottisti.
Oggi visto che devo riconoscermi come una mente matemetica, analitica e logica (non credo allo sbarco sulla luna di 50 anni fa, era un film: non credo all'11 settembre, due edifici così non collassano perfettamente su se stessi), per cui perchè aerei con rotte 'anarchiche' come quelle militari (NATO?) lasciano così tanti residui (velenosi?),
forse perchè il loro progetto è la morte.
parlando di minimo ottuagenari è compresibile che chi è vicino alla morte odi la vita,
questione di amore mai ricevuto e soprattutto mai dato.

continua ...

un'italia da rifare

polizia , carabinieri o comunque vogliate chiamare le forze dell'ordine, in balia di quattro molossi ubriachi (?), EUROpei?

ma spietati con operai, disoccupati, pensionati o di centri sociali.

Come feci quasi un decennio fa di abbandonare la televisione, mi sto appropinguando ad abbandonare la rete, internet,

preferisco vivere in diretta con 'i miei' animali, le 'mie' piante, le 'mie' amicizie.

Sto meglio, molto meglio da quando ascolto solo chi mi da emozioni, belle o brutte che siano,

parlo preferibilmente con persone che danno (voce del verbo dare), qualcosa di intimo.

l'indifferenza è un cancro, invisibile, che genera mostri,

l'amore è tangibile, quotidiano e genera benessere,

chiunque tu sia che leggi ciò che stai leggendo, prima di esprimere giudizi su chiunque,

prendi una pausa , vai davanti ad una superficie riflettente (esempio uno specchio) e guarda chi hai di fronte,

se ti piaci, sei tu, se non ti piaci sei tu,

hai già due punti di vista diversi, non sei solo.

ps: in queste ultime settimane mi piace ascoltare

continua ...

le politiche terroristiche segretamente adottate dal Governo degli Stati Uniti


PRAVDA: PUTIN MINACCIA DI RENDERE PUBBLICHE LE EVIDENZE SATELLITARI DELL’11 SETTEMBRE
DI GORDON DUFF
veteranstoday.com
Nota del Direttore: le evidenze satellitari russe che provano la demolizione controllata del World Trade Center con "armi speciali", sono state recensite da un redattore di Veterans Today, mentre si trovava a Mosca. L'articolo che segue ci è stato trasmesso perché fosse tradotto dal russo e pubblicato negli Stati Uniti. E’ vecchio di 3 giorni, essendo stato pubblicato il 7 Febbraio 2015.
Mosca (Pravda) – Gli esperti americani ritengono che, nonostante le relazioni tra gli Stati Uniti e la Russia abbiano raggiunto il punto più basso dai tempi della Guerra Fredda, Putin abbia “consegnato” ad Obama solo dei problemi minori, fino ad ora.


Gli analisti ritengono che tutto ciò non rappresenti che la "calma prima della tempesta". Putin colpirà una sola volta, ma ha intenzione di farlo con notevole durezza. La Russia sta preparando la pubblicazione di alcune prove al riguardo del coinvolgimento del Governo degli Stati Uniti, e dei Servizi di Intelligence, negli attacchi dell'11 Settembre.
L'elenco delle prove include delle immagini satellitari.
Il materiale da pubblicare dimostrerebbe la complicità del Governo degli Stati Uniti negli attacchi del 9/11 e la successiva manipolazione dell'opinione pubblica. L'attacco è stato pianificato dal Governo degli Stati Uniti, ma è stato eseguito per procura, in modo tale che l’attacco contro l'America e il popolo degli Stati Uniti sembrasse un’aggressione effettuata da organizzazioni terroristiche internazionali.
Le ragioni dell’inganno e dell’assassinio dei propri cittadini avrebbero servito gli interessi petroliferi degli Stati Uniti e delle corporazioni statali del Medio Oriente.
Le prove fornite sarebbero a tal punto convincenti, da smontare completamente la versione ufficiale dell’11 Settembre sostenuta dal Governo degli Stati Uniti.
La Russia dimostrerebbe che l'America ha utilizzato il terrorismo “false flag” [falsa bandiera] contro i suoi stessi cittadini, per creare il pretesto per un intervento militare in un paese straniero. Nel caso degli "attacchi dell'11 Settembre", la prova conclusiva sarebbe fornita dalle immagini satellitari.
Se così dovesse essere, la conseguenza diretta [della tattica di Putin] sarebbe quella di rendere note le politiche terroristiche segretamente adottate dal Governo degli Stati Uniti. Secondo gli analisti americani, la credibilità del Governo statunitense ne risulterebbe compromessa e ci sarebbero, di conseguenza, delle proteste di massa nelle città ed infine una rivolta generalizzata.
A questo punto, come potranno rapportarsi gli Stati Uniti sulla scena politica mondiale? La leadership americana nella lotta contro il terrorismo internazionale ne risulterebbe totalmente compromessa, dando un immediato vantaggio agli stati-canaglia e ai terroristi islamici.
Ma gli esperti avvertono che gli sviluppi effettivi della situazione potrebbero essere molto, molto peggiori.

Gordon Duff
Fonte: www.veteranstoday.com
Link: http://www.veteranstoday.com/2015/02/10/pravda-putin-threatens-to-release-satellite-evidence-of-911/
10.02.2015

continua ...

Capito perché la corruzione è LA MADRE DI TUTTI I MALI del nostro paese? Capito perché ai partiti NON interessa COMBATTERLA?

CORTE DEI CONTI-INAUGURAZIONE DELL’ANNO GIUDIZIARIO

Crisi economica e corruzione procedono di pari passo, in un circolo vizioso, nel quale l’una è causa ed effetto dell’altra. L’illegalità ha effetti devastanti sull’attività di impresa e quindi sulla crescita. Il pericolo più serio per la collettività è una rassegnata assuefazione al malaffare, visto come un male senza rimedi. Non possiamo permettere che questo accada” dal discorso del presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri oggi durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario.
L’illegalità ha effetti devastanti sull’attività d’impresa e sulla crescita. Eh sì, perché si parla tanto di crescita ma se poi fai lavorare solo le aziende (palesi o mascherate da coop) che ti passano le mazzette, che spesso non hanno neanche le capacità di effettuare a regola d’arte i servizi per le quali vengono pagate, allora penalizzi chi fa impresa onestamente e paga tutte le tasse nonostante una pressione fiscale abnorme. Queste imprese sane e virtuose falliscono e quindi cala il gettito fiscale, perché lavoreranno solo quelle degli amichetti della politica bipartisan (Mafia Capitale docet) che spesso le tasse mancano le pagano, essendosi abilmente camuffate da cooperative e godendo dei relativi vantaggi fiscali. Ed altre non ne apriranno perché è follia di questi tempi entrare in un mercato drogato sapendo di non poter competere e quindi fatturare e quindi assumere. E l’Italia così è affondata. Capito perché la corruzione è LA MADRE DI TUTTI I MALI del nostro paese? Capito perché ai partiti NON interessa COMBATTERLA?
“.

continua ...

ma l'italia è veramente rappresentata da un pupazzo capriccioso come renzi?

un popolame come quello italiame si è fermato a stragi del 92-93 e poi dopo mafia, berlusconi e pd non ha più altro da dire ?

un napoletame, un monti e deserti, un letta e riletta, una mafia massonica qualsiasi tipo i draghi del nazismo ci chiudono nel silenzio assoluto in questo merda di Paese in cui sono nati i risolutori?
e no io non ci sto!
lasciatemi nel ghetto ancora un pò!

continua ...

molto peggio di una pesante disinformazione

EFFETTO DOMINO

VV

Se anche uno solo dei Paesi euro uscisse, si avrebbero conseguenze a catena che farebbero crollare interamente l’euro. Annichilendosi la zona euro, ogni Paese dovrebbe tornare alla valuta nazionale e il marco sarebbe immediatamente rivalutato, facendo crollare le esportazioni tedesche, mentre l’Italia tornerebbe alla propria lira svalutata con beneficio per le esportazioni. Dunque l’uscita dall’euro sarebbe un affare per l’Italia e rovinerebbe la Germania. “L’euro ha causato un colossale trasferimento di produzione industriale da tutti i paesi periferici verso la Germania”.
Grazie all’euro, in 8 anni l’Italia ha fatto -18% e la Germania +10%; è come se tutte le fabbriche presenti nel Centro Italia avessero chiuso e si fossero trasferite in Germania in blocco: effetti analoghi a quelli di una Guerra Mondiale”. Continuando così, la Germania continuerà ad arricchirsi a danno di tutti gli altri. “In caso di disgregazione dell’EURO, e ritorno alle valute nazionali, accadrà qualcosa di analogo a quanto accadde nel 1992-95. L’Italia (e gli altri paesi che svalutarono) all’epoca ebbe un’impennata nella Produzione Industriale e la Germania ebbe una bella batosta.
.
La prima cosa che Tsipras ha fatto appena eletto è stata fare il giro dei governi europei per raccogliere alleanze nella sua lotta contro le indecenti regole euro
Renzi gli ha detto: “Vai a sentire la Merkel. Ti riceverà“, con ciò significando che non avrebbe fatto la minima mossa a suo favore come non intende fare la minima mossa a favore del futuro italiano, essendo stato portato al potere da quelle stesse forze (massoneria e alta finanza) che hanno deciso il massacro greco e, dopo, il massacro italiano. Che in questa situazione i giornali italiani siano pieni solo dei teatrini da cortile tra Renzi e Berlusconi è molto peggio di una pesante disinformazione, è una indecenza che coinvolge tutti coloro che vi prestano per creare diversivi alla tragedia che incombe.

continua ...

anche questo NON SARA’ IL NOSTRO PRESIDENTE !

Hanno rispolverato e aperto il sarcofago, tirando fuori l'ennesima mummia. Un sopravvissuto (da chiedersi come mai) del pre-Tangentopoli, l'incarnazione stessa della voracissima Casta, anzi l'incarnazione di molte e potenti caste messe assieme. Siculo, figlio di tre generazioni di notabili meridionali, nato e vissuto nella bambagia.
Il neo Presidente ha due fratelli, uno ucciso, non si sa bene perché e stranamente nessun giornalista lo dice e lo spiega, dalla mafia, e un fratello reietto e inesistente.
Il papà Bernardo Mattarella, democristiano doc, secondo la relazione di Beppe Niccolai arrestato del 1950, sembra essere stato il mandante della strage di Portella delle Ginestre. Bernardo fu prosciolto in istruttoria. Ma nel 1992 però il Guardasigilli Claudio Martelli disse che "Bernardo Mattarella, secondo gli atti della Commissione Antimafia e secondo Pio La Torre, fu il leader politico che tragehttò la mafia siciliana dal fascismo, dalla monarchia e dal separatismo, verso la DC".
La Sicilia e i fratelli d'italia festeggiano il nuovo Presidente...
-----------------
Sappiamo chi è Certamente il nuovo Presidente della Repubblica
A cura di Fausto Carotenuto – tratto da www.coscienzainrete.net
Ecco il suo ritratto:
è uno che garantisce al massimo il gruppo trasversale che ha preso il potere sia in Italia che in Vaticano: il gruppo gesuita-massonico
è uno che garantisce che il gruppo perdente, quello opusdeista-piduista di destra, non verrà per il momento massacrato ulteriormente; o almeno non verrà massacrato subito…
è uno che garantisce nelle scelte per il governo che il prescelto sia sempre mondialista, vicino alla finanza tipo Goldman Sachs, ai gesuiti e alla grande massoneria internazionale.
è uno che garantisce che correremo a formare il superstato europeo, come fase intermendia del superstato orwelliano centrale, cedendo libertà e sovranità
è uno che garantisce che farà da amplificatore alle pressioni della finanza internazionale
è uno che garantisce che faremo interventi militari anticostituzionali, se la NATO lo richiede
è uno che garantisce che i vecchi poteri, in parte camuffati da nuovi, continueranno a governarci.
Ecco chi è il nuovo Presidente, quale che sia il risultato che uscirà dal Parlamento
Non può essere diverso da così, perché solo se è uno così si forma la maggioranza parlamentare per eleggerlo.
Ma non sarà il nostro Presidente.
Quanto sopra è stato da noi scritto il 17 aprile 2013 per la precedente elezione presidenziale: E’ ANCORA ESATTAMENTE COSI’.
Ed il Presidente che abbiamo avuto, Napolitano, ha svolto esattamente il ruolo da noi descritto allora.
(Vedi il link: http://coscienzeinrete.net/politica/item/1236-anticipazione-flash-ecco-chi-e-il-nuovo-presidente )
Ora il nuovo Presidente potrebbe anche essere un po’ diverso apparentemente. Magari non uno come l’algido Napolitano, messo lì a guidare militarmente ed autoritariamente il colpo di Stato. Ora c’è una maggioranza solidamente in mano all’asse gesuita-massonico che gode di una legge truffa elettorale che la garantisce.
Potrebbe essere uno che fa il buono, il piacione… alla papafrancesco, per farci ingoiare altre, prossime nefandezze e perdite di sovranità.
Ma anche questo NON SARA’ IL NOSTRO PRESIDENTE !

continua ...

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina