▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

dopo 20 e più anni di non voto potrei voltare pagina

mi potrebbe capitare di votare color oro che attaccano tutti

ingroia il rospo e taci, stile montanelli tappati il naso e vota

continua ...

uomini andati a male

  Cercano di resettarci perché hanno paura della memoria. L'antidoto è la conoscenza collettiva, è la cultura, è l'informazione.

continua ...

uno a caso che non sa cos'è la massoneria



probabilmente non sa neanche cos'è la mafia, davvero allucinante,

un doveroso grazie a quel gran pezzo di migliorista che lo ha messo lì.

per i prossimi anni ci aspetta un bel B&B sui monti .

monti il 'temporaneamente assurto', beata coerenza!

ps: chi ha sostenuto il governo precedente? B&B, quindi anche queste elezioni saranno manipolate per mantenere lo status quo.

continua ...

si scrive bilderberg si legge strategia della tensione

Destabilizzare l’ordine pubblico per stabilizzare il potere politico



leggi qui

continua ...

pauperizzazione in corso

se voti questi volti vuoti potrebbe conclamarsi il tutto, #noBeMBe

pauperiżżazióne s. f. [der. di pauperizzare, sull’esempio dell’ingl. pauperization]. – Sensibile abbassamento del livello di vita; impoverimento di una popolazione o di una classe sociale nei confronti del resto della società.





continua ...

SI SCRIVE MONTI, SI LEGGE POMICINO

Sorpresa! Tra i piu' fidi consulenti di Cirino Pomicino al ministero del Bilancio c'era Mario Monti, che ‘O Ministro aveva chiamato al suo fianco per le linee di programmazione economica. Un'amicizia ultraventennale, che oggi torna con forza sulla scena politica attraverso il Grande Centro. Con la complicita' di uomini comparsi nelle carte dell'Operazione Sofia e il placet, ora come allora, di Sua Santita'...
continua a leggere la voce delle voci. it

continua ...

i difensori

a sfera di logic

essa la sfera ha tre dimensioni quindi

nord, sud, est, ovest non bastano basta carte siano ma olo

come chiameremo l'asse z

primo ultimo

e gli altri
un po e un do
un lascio e un falso
un e dueeeeeee...................

la risposta di falsic ,

Anonymous


aspetta non vivere muori

fai numero illogic

continua ...

una e donna

ecco la nuova italia, i peccati si pagano

grillo è caronte il taxista

la politica prende posizione, alto,basso,sinistra, destra, avanti indietri, sopra, sotto,

il nostro futuro ha un nome femmina

continua ...

che paese strano

ci meravigliamo degli scippi solo quando succede ai borghesi altolocati

fasciti con principi da democrazia proletaria ultrasinistra fuori dall'arco parlamentare costituzionale?

che non è più a 180° ma a 360°, un proprio e vero cortocircuito planare

con monti e soci saremo in quello spaziale ospiziale

scegli tu > vota uno nuovo ( se potessi votare voterei gingillo.it, ingoia.co casapound.dov ) vanno bene anche le altre liste Piranha compress

continua ...

Elezione :

l'inturgidirsi dell'organo politico riproduttivo grazie al quale si rende periodicamente possibile la fecondazione delle due Camere e di vari tipi di assemblea. Per evitare che l'elezione venga a configurarsi come "atto osceno in luogo pubblico" la legge impone che si svolga in cabine appartate e rigorosamente vietate ai minorenni.
Carlo Fruttero e Franco Lucentini

Elezioni
Aforismi e citazioni - Aforismario

continua ...

l'outsider alle prossime fantaelezioni sei tu

il movimento di dentro, nè: alto,basso,destre,sinistre,reliragioni,banche,

difficile convivenza, opera da solo, cambia strada, accetta diverso, uguale non c'è differenxa.

continua ...

il becchino della splendida italia sono loro

morti nati solo per l'obbedienza

gli altri vivono altrove ben isolati

ma quando tornano in paese o in città tutto cambia

continua ...

Che l’agenda Monti sia stata un disastro su tutti i fronti ...

...lo hanno capito anche gli stessi sostenitori di tale governo pseudo tecnico. Tutti i parametri, e sottolineo i “loro parametri” sono peggiorati, è un dato storico. Ma allora perché tale “uomo” ha ancora il coraggio di ripresentarsi per continuare la sua “agenda”? Semplice, ubbidisce agli ordini. Il motivo è che il suo operato, per chi lo ha mandato a fare quello che doveva fare, è andato benissimo. Sfasciare l’Italia per favorire la Germania, e far recuperare soldi alle banche internazionali. L’italiota teledipendente non riesce ad avere una visione complessiva sui meccanismi della finanza internazionale e continua a pensare che destra, sinistra e ancor peggio il "centro" possa essere una soluzione politica alla questione...

continua ...

io non voto ma se dovessi farlo non voterei un euroinomane

la sua scelta acritica se la puo tirare su per il retto

continua ...

La lista Monti avrà una montagna di soldi a disposizione

Lista Monti: Italia laboratorio politico delle Banche Monti ha presentato oggi il suo logo. I suoi luotenenti sono Casini e Fini vecchia argenteria della casta lucidati a nuovo per l'occasione. Indubbiamente Monti sta facendo questo suo spudorato ed indecente sputtanamento in politica per ordine delle Banche, del Pool di squali della finanza che si raduna nella Trilaterale e di aggiorna periodicamente a Bilderberg.Monti è un funzionario seppur di alto rango. Inoltre è soltanto un esecutore. Non avrebbe mai avuto la fantasia ed il coraggio di compiere la scelta che ha compiuto se non avesse alle spalle il terribile e sconfinato potere della borghesia finanziaria internazionale. La finanza fa in Italia l'esperimento di capovolgere il rapporto con la politica, anzi di gestirla direttamente. L'esperimento Monti di un anno di governo è stato un assaggio che deve avere dato grossi frutti alla Goldmann Sacks ed alle sue consorelle se hanno deciso di andare avanti con la lista Monti. La lista Monti avrà una montagna di soldi a disposizione. Milioni e milioni. I banchieri si giocheranno le palle per vincere. Tanto i soldi se li possono riprendere quando vogliono con una manovra dello spread o provocando artificialmente crisi dalle quali trarre profitto. Come si dice. Shock economy! Questo evento politico sensazionale ci viene regalato da Napolitano come ultima sua randellata alla malconcia democrazia italiana. Evviva!

continua ...

un altro personaggio misero



Il fallimento Monti. Fermiamoci un secondo: cosa ha fatto per noi?

di Massimo Ragnedda - Notizie Tiscali.

A distanza di un anno ancora mi sorprendo: Monti fu nominato senatore a vita, quando personaggi del calibro di Rubbia, Monicelli, Enzo Biagi (persone che hanno dato dignità e lustro all’Italia) non hanno mai avuto questo onore. Eppure Monti, nonostante sia un personaggio misero, viene presentato come un uomo di spessore e ricco di successi. Allora, accademicamente parlando non ha titoli (basti vedere il suo curriculum, le sue pubblicazioni e citazioni: ha sempre ricoperto cariche istituzionali e non da studioso), ha gestito diverse aziende ed alcune hanno fatto flop. Monti è stato il principale collaboratore di Cirino Pomicino, fra il 1989 e il 1992, quando era ministro del Bilancio del governo di Giulio Andreotti, proprio mentre il debito pubblico schizzava alle stelle e ancora oggi ne paghiamo le conseguenze. E da quando Monti è al governo del Paese, nonostante i tagli e le nuove tasse, il debito pubblico italiano è aumentato di 100 miliardi circa, eppure viene presentato come un successo.

Monti, si sa, è vicino alle banche, ai poteri forti, alla massoneria internazionale, ma questo non è sufficiente per nominarlo prima senatore a vita e poi premier, e farne un eroe nazionale. Anzi. Lui ha affossato l’Italia, tagliando le pensioni, aumentando le tasse, tagliando i diritti dei lavoratori, tagliando i fondi alle scuole e alle Università pubbliche, continuando a finanziare quell’opera inutile, dannosa e costosa quale è la TAV, continuando ad acquistare aerei da guerra, non intaccando i privilegi delle varie caste, regalando denaro pubblico alle banche e iniziando l’opera di privatizzazione che colpirà il ceto medio basso già a partire dal 2013. Eppure, dopo un anno di governo e di frustate, a una parte degli italiani (in realtà molto più piccola di quanto una parte dei media ci vuole far credere) piace. E giuro che, razionalmente parlando, non riesco a capirne i perché... continua a leggere megachip.info

continua ...

la psicopolitica dei tecnocrati ortodossi

« Nella corsa alla ricchezza, agli onori e all'ascesa sociale, ognuno può correre con tutte le proprie forze, […] per superare tutti gli altri concorrenti. Ma se si facesse strada a gomitate o spingesse per terra uno dei suoi avversari, l'indulgenza degli spettatori avrebbe termine del tutto. […] la società non può sussistere tra coloro che sono sempre pronti a danneggiarsi e a farsi torto l'un l'altro. » 
 (Adam Smith, Teoria dei sentimenti morali)

L'ortodossia (dal greco όρθος, "retto", "corretto" e δόξα, "opinione", "dottrina") è l'accettazione piena e coerente dei principi di una dottrina. Termine utilizzato soprattutto in contesti religiosi, viene contrapposto all'eresia o, appunto, eterodossia.
VS
« L'Ortodossia consiste nel non pensare — nel non aver bisogno di pensare. L'Ortodossia è inconsapevolezza. »

continua ...

italiani lati tanti

vota il presidente italiano-mafia

chiama il prof

cancella la prova

la chiesa giustifica

continua ...

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina