▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

derattizzazione in corso

le istituzioni italiane sarebbero un po' più decenti senza voti e volti mafiosi,

per quanto siano numerosi i corrotti o mafiosi ( alias ratti, esseri indegni di chiamarsi italiani),

gli italiani, quelli veri circa 60 milioni, hanno cominciato il countdown e spazzeranno via quelle poche migliaia di ratti ( i ratti-istituzionali sono andati ben oltre la sopportabile indecenza ) con le buone o con le cattive nonostante la loro difesa ad oltranza da parte dei ratti-giornalisti,

il conto alla rovescia è già iniziato, le società sono esseri viventi complesse che non si possono fermare malgrado i loro bla bla bla.

attenzione derattizzazione in corso

continua ...

Escape from Freedom

italiani sull'orlo di una crisi di servi

monti bis napolitano bis berlusconi quater noster


uni trini e quattrini




Escape from Freedom


In questo saggio, che forse è il più famoso e importante, spiega come la libertà sia un grande valore, ma anche un peso insostenibile per la maggioranza degli uomini, che cercano così di fuggire alla responsabilità, rifugiandosi nel sadomasochismo, nell'autoritarismo o nel conformismo. Questa frequente e diffusa fuga dalla libertà spiega gli inquietanti totalitarismi del Novecento.


"L'uomo moderno, liberato dalle costrizioni della società preindividualistica, che al tempo stesso gli dava sicurezza e lo limitava, non ha raggiunto la libertà nel senso positivo di realizzazione del proprio essere: cioè di espressione delle sue potenzialità intellettuali emotive e sensuali. Pur avendogli portato indipendenza e razionalità, la libertà lo ha reso isolato e, pertanto, ansioso e impotente".



"scopo della società contemporanea non è l'uomo, ma il profitto...


...(oggi) il profitto costituisce il metro del comportamento razionale e giusto"


"la domanda fondamentale è infatti: qual'è lo scopo della vita? Diventare più umani o produrre di più?"


"Essere vuol dire esser vivo, interessato, vedere le cose, vedere l'uomo, ascoltare l'uomo, immedesimarsi nel prossimo, sentire sè stessi, rendere la vita interessante, fare della vita qualcosa di bello e non di noioso"

continua ...

cosiddetti giornalisti

esseri estremamente problematici che 'servono' altri esseri molto più problematici si possono definire giornalisti?
certo, nel paese delle menzogne li chiameranno anche direttori
ma questo non inficierà la falsità del fatto.
'caro' travaglio prima di difendere i 'cosiddetti' informati e non fare la fata supina di principi che in questo paese sono stati cancellati e sotterrati ormai da tempo, gli altri come te sono solo cornice di questo stato marcio cioè mafioso o corrotto o religioso che poi è la stessa solfa.
quelli che alcuni difendono ' e chiamano direttori, avrebbero in altri paesi pene adeguate alla contribruzione del danno perpetrato nei confronti di un paese che sta morendo senza saperlo.
salvate il 'giornalista' impenitente

saper scrivere non vuol dire scrivere cose di buon senso!

ps: vedi huffigton post italia , un altro pacco che chiameranno informazione

continua ...

per una dismessa ....

troppi maiali 'polverini' ancora al loro posto !!!

continua ...

il fine giustifica la mediocrità, due piccioni con una favella

mediocri sono quei personaggi (es: monti, napolitano etc.) al soldo di altri mediocri che controllano banche, mafie, religioni
lo scopo ultimo di queste aberrazioni dell'umanità è assoggettare l'individuo al volere precostituito ovvero il controllo
tutti coloro che non accettano questo di volta in volta li chiameranno terroristi, anarchici, schegge impazzite o quant'altro , tanto i mezzi per disinformare credono di averli e purtroppo per lo più li hanno

la borghesia deve sparire, la rivoluzione francese deve essere cancellata altrimenti non potra nascere un altro medioevo

operai, pensionati ( che sono gli operai del tempo che fù) 'ipertartassati' , studenti 'con lauree inutili' (operai senza futuro) sono già stati neutralizzati
adesso tocca al borghese dal piccolo al........
un tempo si diceva che l'unione fa la forza ma i signori delle telescomunicazioni ci hanno confuso
non dobbiamo unire gli uguali ma i diversi, solo così il loro progetto andra a farsi benedire in un altro tempio
a noi basta il tempo

continua ...

dedicated to elsa and mario, megasquacchere

la coppia perfetta alla hennèsima potenza


continua ...

Comunità 'مجتمع' euromediterranea


Scrive il narratore greco Petros Markaris che l’Europa vive una strana insidiosa stagione: del suo sconquasso non parlano che gli economisti, i banchieri centrali.
Con il risultato che la moneta unica diventa la sostanza stessa dell’Unione, non uno strumento ma la sua ragion d’essere, l’unica sua finalità: «L’unità dell’Ue è stata sostituita dall’unità dell’eurozona. Per questo il dibattito rimane così superficiale, come la maggior parte dei dirigenti europei, e unidimensionale, come il tradizionale discorso degli economisti». Priva di visione del mondo, l’Europa ha interessi senza passioni, e non può che dividersi tra creditori nobili e debitori plebei. «Stiamo correndo verso una sorta di guerra civile europea».

Come un improvviso sparo nel silenzio ........................................................



continua ...

quando andrai a votare pensa alla differenza

quelli che prendono sono politicanti
quelli che sorprendono sono politici

ps negli ultimi decenni la santa televisione ha confuso i due termini
quando spegnerai definitivamente la tv , non preoccuparti tanto non avrai risolto,
avrai altri problemi meno gravi ma li condividerai con nessuno
quindi ti confronterai con la solitudine , di serie azz o di serie bizz
vedi tu...o!

continua ...

italiani, ignoranti con il telecomando vintage e l'iphone plus

quelli che non conoscono il senso delle parole, quindi si ammalano facil mente di dimentichismo ( un morbo molto diffuso in società vecchie ), con un esercito di esseri inferiori ma pur sempre un esercito ), la mia soluzione è lasciare andare e guardare come questi si autodistruggono, quando mi toccheranno reagirò secondo testi che sono ampliamente descritti: over lang, il ritmo dell'alga maschio
ps la matematica non può essere sopraffatta dai politicanti ( che tutti, dall'istituzione all'ignorante chiamano politici), essa è una legge, discutibile ma solo nei luoghi appropriati, non sicuramente in un luogo per accontentare qualcuno, la matematica per sua natura accontenta tutti

continua ...

Ultimo viene il corvo

Ultimo viene il corvo è una raccolta di racconti scritta da Italo Calvino frutto dell'esperienza partigiana in cui i motivi storico-resistenziali si fondono con il preminente gusto fiabesco-avventuroso. È stato tradotto in diverse lingue. L'opera prende il nome da uno dei racconti, e si compone di un numero differente di testi a seconda dell'edizione.


continua ...

il due di picche monti continua la sua crociata padronal-mafiosa

che si chiama decadenza come il suo predecessore , molto autorevolmente-mafioso berlusconi
ci mancavano a noi italiani i padroni-coglioni-internazionalioni
ca(nc)ro monti ma gli specchi che incontri sono oscurati o vedi quello che vedo io
un altro miserabile dietro pile di soldi, fossero libri probabilmente ti sarebbero più utili
che la mestizia religiosa, mafiosa, vergognosa, irreversibile sia con te e con tutti gli eredi che contaminerai solo per l'appariscenza
i tuoi amici chiamali pure come fai alla luce del solo come il ratto
ps: il suicidio di alcuni è visto come eutanasia-progresso, certo nelle società meno integraliste di quelle talebane, cattoliche e estremamente musulmane
certo anche i napolitani stanno lì a difendere l'indifendibile, ma tanto è(lucroso).


continua ...

monti salva l'italietta e condanna l'Italia

E' questo il periodo piu' buio della storia d'Italia, con una classe politica corrotta e incapace di governare ed una giustizia che non riesce a colpire i responsabili delle stragi e dei fenomeni degenerativi criminali piu' pericolosi che riguardano Cosa Nostra, la corruzione diffusa, l'evasione fiscale, l'aggressione all'ambiente e al territorio e la distruzione del patrimonio paesaggistico e artistico culturale.
Intanto la giustizia sociale, voluta dalla Costituzione, ha subito un gravissimo vulnus dalla riforma delle pensioni, che ha consentito il risparmio di 300 miliardi di euro. Con lavoratori e pensionati si e' agito in maniera drastica, mentre non si e' fatto nulla di concreto per ridurre gli enormi privilegi del ceto politico, che invece sono cresciuti a dismisura. C'e' una contraddizione palese e intollerabile tra le promesse di Monti al momento del suo insediamento, quando indico' come priorita' del governo il rigore, lo sviluppo e l'equita' sociale, e la condotta concreta tenuta dall'esecutivo. Sul rigore, Monti ha dimostrato una durissima attenzione solo verso i lavoratori, gli operai, i pensionati, e una resa totale verso i piu' abbienti, con l'evasione che si allarga a scapito dello sviluppo e della equita'. Quanto alla giustizia sociale, essa ha subito ulteriori attacchi con aumenti del costo dei beni primari e della benzina, che colpiscono soprattutto i titolari di redditi piu' bassi.
Sono 33 i voti di fiducia che il governo, imposto dal Colle, ha chiesto e ottenuto in un tempo relativamente breve, ma nessun voto di fiducia Monti ha avuto il coraggio di chiedere per ridurre gli enormi privilegi della classe politica che sta dissanguando il Paese.

continua ... UN PAESE IN OSTAGGIO di Ferdinando Imposimato lavocedellevoci.it

continua ...

il lavoro è l'arte di vivere

voce del verbo articolo uno della costituzione dei cittadini italiani
questa repubblica è fondata sul lavoro
nè su: pubblicità, mafia, religione, spreco
ma continuano a chiamarla politica, io la chiamerei solitudine con molti servi che hanno rinunciato a se stessi.

continua ...

la trattativa del '92 è servita per spostare l'attenzione stragista di cosa nostra dai politici ai magistrati ...

ecco perchè questi eminenti personaggi delle istituzioni hanno paura che si parli di ciò (vedi intercettazioni ), praticamente sono i mandanti.

Trattativa Stato-mafia, il ritorno del «depistatore»


continua ...

via labile

adesso vado
benvenuti nella via senza ma con
un attimo arriviamo

continua ...

pubblicità o aberrazione

il futuro ha un costo non è gratis
e il prezzo si chiama io

continua ...

sicari e mandanti

viviamo in un paese in cui chi lavora , sporco o pulito , è sempre dietro chi non lavora ma ha i soldi o il potere per dire a qualcun altro cosa lui o lei o loro farebberò se ne fosserò capaci.
lavoratori, cittadini, hackers, crakers uniamoci per togliere dal futuro quelli che il futuro non lo vogliono,
vedi vecchi (psicotici ma ci metterei anche i nevrotici), religioni senza dubbi, partiti e mai arrivati, uomini che frustrano se stessi su una donna.
non cercare il debole per sentirti forte
affronta il problema che è dentro di te non fuori
non fare come in grecia,quell'alba dorata sono altri servi dei padroni , altri cani che abbaiano e mordono ma non mangeranno mai al tavolo con il padrone.noi italiani siamo più lupi che cani , ecco perchè i padroni ci avanzano

continua ...

bersani, siamo pronti per governare il paese dei balocchi

«  Lì non vi sono scuole, lì non vi sono maestri, lì non vi sono libri. In quel paese benedetto non si studia mai. Il giovedì non si fa scuola, e ogni settimana è composta di sei giovedì e di una domenica. »
(Carlo Collodi, op. cit., p. 228)


vota un pinocchio depresso

continua ...

dopo monti, deserti

status quo

continua ...

la more è una parola spezzata

la terza repubblica è donna - femmina

quando l'attesa è il frutto dell'attesa,
amore tutti nei rovi, nati
il tempo guarda 
i suoi frutti

continua ...

la mafia è silente ...

... quindi per i mafiosi questo governo è veramente...


se i politicanti sono i camerieri dei banchieri come diceva Pound

i mafiosi sono i servi dei politicanti

sempre deiezioni sono.

continua ...

italiamarcia vs Italia che marcia

istituzioni che rappresentano solo più i rappresentanti e non le Istituzioni stesse,
i cittadini ormai addomesticati da questi aspetti subdoli del potere: televisione, informazione e mafia poi viene la banca.

il cittadino è circondato da questa aria marcia che gli sta entrando anche nella pelle ( nel cervello è da tempo un 'ospite' indesiderato ).

se la maggioranza delle televisioni e dell'informazione dice una cosa, questa diventa realtà a discapito della realtà stessa

e il delinquente, ex-galeotto o incapace diventa politico ( politicante! )

quanti anni serviranno per non sentire più questa aria ¿



l'importante è provare e cambiare una via


e riconoscere un drogato di televisione, come un mediocre come tutti i drogati, è un altro passo

continua ...

l'asset monti-napolitano

una mafia intorno a te
fuori dal tunnel direttamente nella fogna

continua ...

monti continua ad arricchire i disonesti ( vedi mafiosi=banche=poteri)

i cittadini aspettano guardando una finestra finta (televisione)
e i lavoratori continuano a lavorare  
monti fai schifo almeno quanto la somma dei tuoi predecessori e morirai solo anche tu
« Nel lungo periodo siamo tutti morti. »

continua ...

largo ai giovani (mafiosi)

le più alte cariche dello stato ( la s maiuscola la metterò quando saranno veramente alte)

Giorgio Napolitano      87

Renato Schifani            62

Gianfranco Fini             60

Mario Monti                   69

Alfonso Quaranta          76

Carlo Azeglio Ciampi    92
--------------------------------
totale                               446                      età media 74 anni e 4 mesi

i latitanti mafiosi più pericolosi ( han provato a cercarli a casa loro?)

Marco Di Lauro                   32
Pasquale Scotti                    54
Matteo Messina Denaro    50
Giovanni Motisi                   53
Domenico Condello            56
Giuseppe Giorgi                  51
-------------------------------------
                                               296              età media 49 anni e 4 mesi

differenza 150 (ovviamente i numeri indicano gli anni)

queste istituzioni ormai vecchie e derelitte impediscono ai giovani di buona volontà di affermarsi a discapito di giovani dalla mentalità mafiosa quindi senza anima ( in senso psicologico non certo religioso ) che sicuramente sono ben rappresentati dalle istituzioni italiane di questi ultimi decenni.
le varie mafioserie si stanno scatenando per rimpasti gattopardeschi,forza mafia!

continua ...

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina