▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

Per fare le cose bene ci vuole conoscenza dei problemi e volontà politica di risolverli...


PENTITI, TESTIMONI, INTERCETTAZIONI
POTENZIARE LE ARMI CONTRO I CLAN
Antonio Ingroia
Procuratore aggiunto della Procura di Palermo

«Se davvero si volesse dare una svolta all'impegno antimafia, favorendo un salto di qualità alle indagini, un settore nevralgico sul quale intervenire per migliorarlo è certamente quello degli strumenti investigativi. E siccome lo strumento investigativo principe è quello che riesce a far avere più notizie dall'interno di organizzazioni segrete come la mafia, occorre innanzitutto dare un incentivo ad un più ampio fenomeno di collaborazione con la giustizia. Per incoraggiare la collaborazione di boss mafiosi di spessore che consentano di conoscere quali siano attualmente organigrammi, strategie economico-criminali e complicità esterne, andrebbe innanzitutto rivista la legislazione vigente, ripristinando effettivi meccanismi premiali che favoriscano la dissociazione dalle mafie e la contestuale collaborazione.
Andrebbe rivista poi anche la legislazione di protezione dei testimoni di giustizia, dei cittadini - cioè - che, in quanto testimoni o persone offese, rendano dichiarazioni contro la mafia. La normativa andrebbe resa più efficace per vincere resistenze ed omertà, garantendo al cittadino-testimone contro la mafia uno Stato che lo protegge e che persegue i colpevoli.
Altro straordinario strumento investigativo da potenziare è quello delle intercettazioni. Basterebbe provvedimenti semplici ed immediati, ad esempio dotando le forze di polizia della strumentazione più moderna ed efficiente per le intercettazioni ambientali, oggi principale risorsa di indagini e arresti, visto che attualmente gli uffici di Procura e di Polizia sono costretti a rivolgersi a società private per il noleggio (assai costoso) delle apparecchiature. Insomma, a volte basta poco. Per fare le cose bene ci vuole conoscenza dei problemi e volontà politica di risolverli... ».
continua Il sogno di un anno senza mafie (www.19luglio1992.com)

Ricordando :
Giuseppe Fava Giornalista assassinato dalla mafia a Catania il 5 gennaio 1984
Peppino Impastato (Cinisi, 5 gennaio 1948 – Cinisi, 9 maggio 1978)

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina