▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

italiani si nasce , mafiosi si diventa

STATO-MAFIA

Durante le indagini della procura di Palermo sui rapporti tra Stato-mafia, emergono intercettazioni da cui si evince che l’ex vicepresidente del CSM Nicola Mancino è stato chiamato in causa e ha telefonato al Presidente della Repubblica Napolitano affinché i pm stoppino l’indagine e tolgano il suo nome. I giornali di regime (praticamente tutti) cercano di minimizzare l’evento che è invece amplificato da Il fatto Quotidiano, ma alla fine è proprio Napolitano a cercare di concutere i pm dall’alto, invocando un freno alle intercettazioni e dichiarando che il Presidente della Repubblica non può essere intercettato. Per chi davvero difende lo Stato dalla mafia, lo scandalo è grande. Poco dopo il principale pm di Palermo, Antonio Ingroia, dichiara che abbandonerà le indagini e anche l’Italia per accettare un incarico dall’ONU in Guatemala. Il segretario di Napolitano, che è stato materialmente il mediatore delle telefonate di Mancino a Napolitano, muore di colpo di infarto. Ci sono quotidiani che arrivano a tacciare di omicidio Il Fatto Quotidiano. Muore di infarto anche il giudice Barellaro, che lottava contro la mafia, e a cui lo Stato aveva tolto anche la scorta, ma nessuno, salvo il blog di Grillo, si occupa di lui!
A seguito dell’attacco di Di Pietro a Napolitano, Vendola dichiara di staccarsi dal patto di Vasto con IdV e Pd, e decide di allearsi con Casini, perfettamente indifferente al fatto che il partito di Casini abbia candidato persone inquisite per mafia. In tutto questo bailamme, la Lega finge di stare all’attacco della mafia, perfettamente dimentica che Maroni, suo nuovo duce, da Ministro degli Interni, ha indebolito la DIA, il dipartimento antimafia voluto da Falcone, ha fatto tagli ingenti alle forze di polizia, ha votato tutte le leggi di Berlusconi che hanno favorito la mafia e non ha mai contrastato l’infiltrazione delle forze mafiose nel Nord.

se siamo uno dei paesi più corrotti d'europa e del mondo, tale corruzione non può riguardare solo inermi cittadini ma anche la maggior parte della politica e delle istituzioni

corrotti e mafiosi sono gemelli siamesi

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina