▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

mettici la faccia, a spasso per daisy

tu povero pirla che hai ancora il senso dell'onestà e dell'onore,
ed ecco cosa potrebbe succedere:
un giorno trovi un'amica di tua moglie a disperarsi per la sua vita meschina
piena di soprusi e minacce da parte del coniuge, piena di incomprensioni da parte di colleghi e colleghe delle scuole che frequenti,
perchè tu sei una DOTTORESSA ed una assistente sociale e come tale frequenti scuole per assistere chi ha bisogno.
Tu povero pirla cosa fai? Beh, questa è una persona da aiutare, ci metto la faccia e chiedo aiuto a persone che mi danno da lavorare,
visto che hanno un monolocale, dico, eh no cara daisy, ci penso io , vedrai che ne uscirai dal dramma che vivi, chiederò alle suddette persone di ospitarti per uscire dal tuo incubo.
PAUSA,RESPIRO,CONCENTRAZIONE,.
Non l'avessi mai fatto, la signorina che chiedeva aiuto è una malata grave,
oltre che rivelarsi sporca e totalmente inaffidabile, si è rivelata falsa,menefreghista, cercava un'alcova lei poverina,
con tinta sempre aggiornata (non riesci a vedere la riscrescita), ricevute della pedicure,
e lascia debiti in giro, che sicuramente pagherò io.
P.S.: ma ciò non è sufficente a descrivere il soggetto, il risultato finale spiega meglio il tutto, quel lavoro ,io l'ho perso!
grazie daisy, la bugiarda.
Mi dispiace solo una cosa, che altre persone che non si sarebbero comportate come te, io un domani potrei non vederle,
ricordati che tu essere insignificante non mi hai cambiato, hai solo migliorato me,
e tu sei sempre quello che sei sempre stata!
niente

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina