▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

Le larghe intese funzionano alla grande sul crimine.


Non potranno mentire in eterno.
Dovranno pur rispondere,
prima o poi,
alla ragione con la ragione,
alle idee con le idee,
al sentimento col sentimento.
E allora taceranno:
il loro castello di ricatti,
di violenze,
di menzogne
crollerà.

Pier Paolo Pasolini.

..uno condannato per omicidio dirigeva la politica a Roma.

Scoppia uno scandalo enorme. Un blitz del Ros porta a 37 arrestati e 100 indagati nel Comune di Roma. Gravi prove che parte del Campidoglio era collusa con la criminalità degli estremisti di destra e di sinistra e con la mafia per gestire i migranti, il verde pubblico, gli ex detenuti, la gestione degli immigrati, i campi rom, le partecipate, la politica sociale…

Un’inchiesta immensa con pochi precedenti che pesca a dx come a sx. Il re di questo giro è Carminati, ex terrorista nero, ex boss della banda della Magliana. Accuse pesanti su Gianni Alemanno, già sindaco di Roma (associazione per delinquere di stampo mafioso) e su uomini della sua giunta. Tra gli ‘amici’ anche Poletti, attuale ministro del lavoro. La legge prescrive lo scioglimento di un Comune quando emergono concreti, univoci e rilevanti elementi su “collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o simile degli amministratori”. Il 5stelle Di Battista chiede lo scioglimento del Comune di Roma.
La nomina del presidente della Commissione trasparenza del Comune di Roma è stata deciso durante un pranzo da Massimo Carminati, ritenuto capo della cupola mafiosa, disarticolata dall’inchiesta dei carabinieri del Ros. La scelta è finita su Giovanni Quarzo, esponente di FI, indagato nell’inchiesta e in rapporto con l’organizzazione criminale a cui lo stesso Quarzo si era rivolto criminale per favorire la propria nomina. Vengono condizionati anche esponenti della maggioranza Pd, come l’attuale presidente del consiglio comunale Mirko Coratti, che era a libro paga dell’organizzazione criminale: “Me so comprato Coratti” diceva Buzzi (l’asso delle cooperative romane) “con 10mila euro”. C’è anche un assessore finito nelle carte e indagato, Danilo Ozzimo. Nelle carte dell’inchiesta vci sono carte dedicate alle corruzioni e turbative d’asta avvenute in Ama, società del omune che si occupa della raccolta dei rifiuti, dal 2013 al 2014. Fanno riferimento al periodo nel quale Giovanni Fiscon, finito in galera, ricopriva ancora il ruolo di direttore generale dell’Ama. Sono stati comprati Mattia Stella, della segreteria del sindaco Marino e Franco Figurelli, della sua segreteria particolare, gratificato, secondo Buzzi, da una retribuzione di 1000 euro al mese. Cambiata la maggioranza, la mafia capitale continua la sua attività. Pecoraro, prefetto di Roma, diceva: “A Roma solo piccole bande, non vera mala. Roma non è Napoli”. Infatti è mafia capitale.
.
…fascisti che gridano contro gli immigrati e poi ci fanno soldi.
.
Espresso
“Da “Er Cecato” a “o Pazzo”. Chi dettava legge nella Capitale
Il clan fascio mafioso di Carminati e la camorra napoletana di Michele Senese detto “O Pazzo” che a Roma Nord ha investito in ristoranti e locali. E al suo servizio ha “La batteria di picchiatori di Ponte Milvio” con a capo Diabolik. Il leader degli Irriducibili della Lazio
Una cosca fatta da manager, vecchi terroristi neri, imprenditori rossi, politici e reduci della Magliana. Un ibrido criminale la cui scoperta sta rivoltando dall’interno il potere romano.
.
L’inchiesta si sta allargando a tutto il Lazio:
estremismo di destra e di sinistra, membri di Fratelli d’Italia, della Coop e del pd
Le larghe intese funzionano alla grande sul crimine.
Renzi non fiata.
Poletti nemmeno.
Di Battista chiede a nome del M5S lo scioglimento del Comune di Roma.
E ora mi raccomando Pd/Fi cancellate del tutto le intercettazioni!!!

Viviana
Per fortuna c’è Renzi che vuole mandare ai domiciliari tutti quelli con pena fino a 4 anni!
Chissà di quanti poliziotti avrà bisogno Roma con tutti questi domiciliari!
Ma poi li mandano tutti qualche ora dai vecchietti come Berlusconi? Qui alla fine ci sono più domiciliari che vecchietti!
E poi siamo così fortunati che Renzi ha ristretto i tempi della prescrizione, per cui tutta questa gente è già prescritta prima ancora del processo. Come a dire: processi come vuoti a perdere, costosi ma inservibili
E poi per fortuna abbiamo Renzi e Berlusconi che a penalizzare autoriciclaggio, falso in bilancio e corruzioni varie non ci pensano nemmeno sotto minaccia di castrazione!
Ah che bel vivere! Che bel godere! Il faccendiere di qualità!
LA CUPOLA FASCIO-MAFIA

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina