▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

'come mi pappo la Costituzione'

BICAMERALE? NON SERVE. BASTA UN COPASIR di Andrea Cinquegrani

Viva l'inciucio, la trattativa. L'accordo, ‘o patto, dialettava ai tempi di Mani pulite il ministro del Bilancio Paolo Cirino Pomicino, spartendosi poltrone e territori («io mi piglio ‘o salernitano, tu ti pigli ‘o beneventano») con l'allora portaborse del redivivo (e oggi sottosegretario - udite udite - agli Esteri) Enzo Scotti. Viva l'inciucio che fa bene alla salute delle istituzioni, secondo il verbo natalizio del lider Maximo D'Alema. Champagne col Gran Ciambellano alla corte del Cavaliere, il vice premier in pectore Gianni Letta: una crostata con tante fragoline, corretta con qualche cucchiaio d'olio (una volta si chiamava di ricino) per farla digerire meglio agli italiani. La Bicamerale e' passata, ora siamo al reality “come mi pappo la Costituzione”. E per festeggiare meglio? Non puo' mancare il botto (e' il caso per inizio anno) del voto a favore di Nicola Cosentino: strappato con le unghie e coi denti? Azzannato fino all'ultimo numero? Macche', ottenuto in surplace, sonnecchiando fra un brindisi e l'altro, con 51 voti di scarto, comodi comodi.
Signori, in carozza. Tutti insieme, Pdl e Pd..... leggi tutto lavocedellevoci.it

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina