▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

cosiddetti giornalisti

esseri estremamente problematici che 'servono' altri esseri molto più problematici si possono definire giornalisti?
certo, nel paese delle menzogne li chiameranno anche direttori
ma questo non inficierà la falsità del fatto.
'caro' travaglio prima di difendere i 'cosiddetti' informati e non fare la fata supina di principi che in questo paese sono stati cancellati e sotterrati ormai da tempo, gli altri come te sono solo cornice di questo stato marcio cioè mafioso o corrotto o religioso che poi è la stessa solfa.
quelli che alcuni difendono ' e chiamano direttori, avrebbero in altri paesi pene adeguate alla contribruzione del danno perpetrato nei confronti di un paese che sta morendo senza saperlo.
salvate il 'giornalista' impenitente

saper scrivere non vuol dire scrivere cose di buon senso!

ps: vedi huffigton post italia , un altro pacco che chiameranno informazione

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina