▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

copiano da Cosa Nostra gli strumenti di intimidazione e di assoggettamento

Cosa c'è sotto questa indagine che i media continuano a descriverci come 'uno scontro' o 'una guerra' fra Procure ?
Cosa potrebbe succedere se due Poteri dello Stato alleandosi , minassero l'indipendenza del Terzo?
Ecco ciò che succede nel 'Bel Paese' (eufemisticamente parlando, sic!), quando all'editore-puro si sostituisce l'editore-commerciante o al politico il politicante,
per non parlare dei giornalisti(eufemisticamente parlando, sic!) dipendenti o aspiranti tali dei nuovi padroni, mediocri e mafiosi o aspiranti tali.
CASO DE MAGISTRIS-LA CONTROINCHIESTA di Rita Pennarola
In quasi 1200 pagine due pubblici ministeri di Salerno ristabiliscono dopo lunghe indagini la verita' sulla assoluta correttezza di Luigi De Magistris, in aperto contrasto con quel verdetto del Csm che lo ha allontanato da Catanzaro e privato delle funzioni inquirenti. Ne emerge il torbido scenario dei rapporti, nel Paese, fra potentati occulti e la parte piu' altisonante della magistratura. Vediamo.

Colpirne due per educarne mille. Questo, in estrema sintesi, il giudizio che la maggior parte degli italiani ha ricavato dalla vicenda kafkiana - e per molti versi analoga - dei due magistrati-coraggio Luigi De Magistris e Clementina Forleo, duramente colpiti dalla kasta del loro ordine professionale per aver osato applicare il principio secondo cui tutti i cittadini sono uguali dinanzi alla legge, violando in tal modo quel codice non scritto di omerta' dovuta ai potentati occulti su cui si basano gli assetti istituzionali e politici nel nostro Paese e in buona parte delle “democrazie” occidentali.
Mentre il Consiglio Superiore della Magistratura abbatteva la sua mannaia sul capo della Forleo, che dovra' lasciare l'ufficio gip di Milano (destinazione Cremona), lo scorso 22 luglio il plenum del Csm ha assegnato Napoli come nuova sede per De Magistris, dopo che nei giorni precedenti la Cassazione aveva respinto per motivi formali il ricorso presentato dai legali di quest'ultimo contro la sentenza pronunciata lo scorso gennaio dalla sezione disciplinare di Palazzo dei Marescialli, che ne aveva disposto il trasferimento d'ufficio da Catanzaro per «incompatibilita' ambientale e funzionale», privando il magistrato anche delle funzioni inquirenti.
«Gliela faremo pagare cara... dovra' difendersi tutta la vita...». continua

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina