▼ News ▼ Diano Marina ▼ Immagina ▲ Top
Cultura: l'unica droga che crea indipendenza. le notizie sono «fatti»... oppure «opinioni»... ?

monti salva l'italietta e condanna l'Italia

E' questo il periodo piu' buio della storia d'Italia, con una classe politica corrotta e incapace di governare ed una giustizia che non riesce a colpire i responsabili delle stragi e dei fenomeni degenerativi criminali piu' pericolosi che riguardano Cosa Nostra, la corruzione diffusa, l'evasione fiscale, l'aggressione all'ambiente e al territorio e la distruzione del patrimonio paesaggistico e artistico culturale.
Intanto la giustizia sociale, voluta dalla Costituzione, ha subito un gravissimo vulnus dalla riforma delle pensioni, che ha consentito il risparmio di 300 miliardi di euro. Con lavoratori e pensionati si e' agito in maniera drastica, mentre non si e' fatto nulla di concreto per ridurre gli enormi privilegi del ceto politico, che invece sono cresciuti a dismisura. C'e' una contraddizione palese e intollerabile tra le promesse di Monti al momento del suo insediamento, quando indico' come priorita' del governo il rigore, lo sviluppo e l'equita' sociale, e la condotta concreta tenuta dall'esecutivo. Sul rigore, Monti ha dimostrato una durissima attenzione solo verso i lavoratori, gli operai, i pensionati, e una resa totale verso i piu' abbienti, con l'evasione che si allarga a scapito dello sviluppo e della equita'. Quanto alla giustizia sociale, essa ha subito ulteriori attacchi con aumenti del costo dei beni primari e della benzina, che colpiscono soprattutto i titolari di redditi piu' bassi.
Sono 33 i voti di fiducia che il governo, imposto dal Colle, ha chiesto e ottenuto in un tempo relativamente breve, ma nessun voto di fiducia Monti ha avuto il coraggio di chiedere per ridurre gli enormi privilegi della classe politica che sta dissanguando il Paese.

continua ... UN PAESE IN OSTAGGIO di Ferdinando Imposimato lavocedellevoci.it

0 commenti:

nel paese ... dei balocchi ...

Una democrazia non può esistere se non si mette sotto controllo la televisione, o più precisamente non può esistere a lungo fino a quando il potere della televisione non sarà pienamente scoperto. Dico così perché anche i nemici della democrazia non sono ancora del tutto consapevoli del potere della televisione. Ma quando si saranno resi conto fino in fondo di quello che possono fare la useranno in tutti i modi, anche nelle situazioni più pericolose. Ma allora sarà troppo tardi.
Karl Popper

Anarchico è colui che dopo una lunga, affannosa e disperata ricerca ha trovato sé stesso e si è posto, sdegnoso e superbo "sui margini della società" negando a qualsiasi il diritto di giudicarlo.
Renzo Novatore (da I fiori selvaggi, in Cronaca Libertaria, 1917). 

commenti


mafiosamente


Loading...

in rete

L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio. Italo Calvino


Diano Marina